Patch test Milano

Dermatologo cosa fa
Dermatologia Milano
Ottobre 2020

Se avete problemi di dermatite da contatto, molto probabilmente conoscerete il patch test. Per coloro che non hanno affinità con questo termine, andremo a spiegare il servizio patch test Milano, proposto dal network Visite Private.

Patch test Milano, cos’è a cosa serve e come si realizza con Visite Private.

Il portale Visite Private nasce dall’esigenza della clientela di avere una risposta immediata alle esigenze sanitarie che possono occorrere durante la vita. In Italia le strutture pubbliche sono alla pari delle strutture private, tuttavia a volte le attese per una visita possono essere decisamente interminabili.

Quando il fattore “attesa” diventa incompatibile con le patologie in corso, la necessità di fare una visita con una certa urgenza, diventa prioritaria. In questo contesto la nostra struttura risponde prontamente alle esigenze dei pazienti, fornendo loro una serie di professionisti qualificati per svolgere visite specialistiche, esami e tutto quello che si rende necessario per affrontare al patologia. In questo articolo parleremo dei Patch Test e della loro funzione.

Per una prima visita chiama lo 0283595639 

Cos’è il patch test?

Il patch test è una procedura specialistica eseguita nei reparti di dermatologia per scoprire se la condizione della pelle è causata o aggravata da un allergia a sostanze che sono venute a contatto con la pelle. Questa viene definita allergia da contatto. Le sostanze che causano una reazione allergica sono chiamate allergeni e possono essere presenti sia a casa che al lavoro.

Cosa verrà testato?

In realtà sono migliaia le sostanze che possono provocare una reazione allergica, ma sono circa 40 quelle che più spesso, deliberatamente o accidentalmente, possono entrare in contatto con la pelle. Queste includono prodotti chimici per la gomma, conservanti, metalli, profumi, cosmetici e piante. Altre sostanze vengono spesso aggiunte a questo elenco, se si pensa possano causare reazioni allergiche. Il soggetto potrebbe anche essere testato con articoli con cui entra in contatto a casa, al lavoro o socialmente.

Cosa si deve portare per l’esame dei patch test?

In particolare al primo appuntamento si prega di portare:

  • Un elenco di tutti farmaci che si stanno assumendo.
  • Tutti gli unguenti e le creme di uso quotidiano, compresi quelli prescritti e quelli che potreste aver acquistato o ricevuto.
  • Tutti i prodotti/articoli che si usano a casa e che potrebbero causare o peggiorare le condizioni della pelle, come articoli da toeletta, cosmetici, profumi, prodotti per unghie e capelli. I prodotti che si applicano quotidianamente sulla pelle devono essere portati, in alternativa, va portato l’elenco degli ingredienti. Per altri articoli come detersivi per la casa, detersivi in ​​polvere e ammorbidenti è sufficiente portare con sé la confezione con l’elenco degli ingredienti. Se ti è stato chiesto di portare con te prodotti o sostanze particolari, è importante ricordarsi di portarli sempre con sé durante gli appuntamenti.
  • Prodotti e sostanze chimiche utilizzate sul lavoro. Se pensate che le sostanze sul lavoro possano peggiorare la vostra condizione della pelle, portare le schede di sicurezza e salute di questi prodotti, è fondamentale. È possibile che venga richiesto di portare campioni di questi prodotti per i test, se necessario.
  • Attenzione, si prega di notare che non tutti i prodotti “personali” saranno testati sulla pelle.

Patch test Milano, veloce rapido e indolore con Visite Private! 0283595639 

Cosa comporta il patch test?

Patch test Milano

  • Dovrai recarti in ospedale per tre visite durante un periodo di una settimana.
  • Alla prima visita, ciascuna sostanza da testare verrà applicata sulla schiena in appositi contenitori a dischi piccoli (circa 1 cm di diametro), tenuti in posizione da nastro ipoallergenico. La posizione dei contenitori viene identificata segnando la schiena con l’inchiostro. Occasionalmente le braccia o le cosce vengono utilizzate anche per il patch test. Il prurito delle aree del test è normale, ma si consiglia di non grattarsi. La prima visita può durare fino a 2 ore. 
  • Le sostanze rimarranno fissate in posizione per 48 ore o fino alla seconda visita. Eventuali reazioni vengono annotate alla seconda visita. A volte durante questa visita vengono aggiunte patch aggiuntive. L’inchiostro e/o il nastro adesivo devono rimanere sulla schiena per almeno altri due giorni. Potrebbe essere necessario esporre parte del braccio o della schiena alla luce ultravioletta in questa seconda visita, se si sospetta una reazione alla luce solare. Questo è chiamato “test di foto-patch”.
  • Alla terza visita, la pelle della schiena verrà controllata (esaminata) e, se ci sono reazioni, verranno discusse.
  • È possibile che i patch test siano negativi, il che è anche molto utile per il paziente e per il medico, poiché l’allergia da contatto avrà meno probabilità di essere una causa del problema.
  • Il medico può decidere di non eseguire il patch test in caso di:
    • Gravidanza.
    • Allattamento.
    • Eczema esteso sulla schiena o altre malattie della pelle.
    • Se è stato usato un lettino solare o il soggetto ha preso il sole nelle 6 settimane precedenti.
    • Se si sta’ assumendo una dose moderata o alta di compresse di steroidi o ha applicato pomate o creme steroidee sulla schiena entro 72 ore o sta assumendo altri farmaci che sopprimono il sistema immunitario. 

Per una prima visita chiama lo 0283595639 

Che aspetto ha un patch test positivo?

Patch test Milano

  • Un patch test positivo è un’area rossa o rosa, pruriginosa, spesso sollevata nel sito in cui è stata applicata una sostanza. Questo di solito scompare dopo pochi giorni.  
  • Un patch test fortemente positivo a volte può causare una vescica locale che può durare diverse settimane.
  • Occasionalmente può verificarsi una reazione dopo il 3° appuntamento. Se si sviluppa una reazione tardiva, è importante scattare delle fotografie e contattare la clinica.

 Cosa NON fare:

  • Applicare pomate/creme sulla schiena la mattina del test.
  • Bagnare la schiena, non fare il bagno, nuotare o fare la doccia durante la settimana dei test. Un bagno fresco e fugace è una buona alternativa.
  • Indossare i vestiti migliori o di colore chiaro poiché i test e l’inchiostro del pennarello possono macchiare in modo permanente gli indumenti.
  • Esporre la schiena al sole o alla luce solare artificiale (lampade solari) durante il test.
  • Praticare sport o lavori fisici pesanti durante la settimana dei test, poiché la sudorazione potrebbe far cadere i cerotti.

Cosa fare:

  • Indossare un vecchio reggiseno o una maglietta per la settimana dei test, indossare una maglietta o un giubbotto per dormire per proteggere i cerotti. I vestiti che si aprono sul davanti possono essere più facili da indossare e da togliere rispetto a quelli che passano sopra la testa.
  • Se un cerotto inizia a staccarsi, fissare i bordi con il nastro adesivo che è stato dato in studio. Se un intero cerotto si stacca, rimuovilo, annota l’ora e la data e scatta una foto dell’area da portare in clinica.
  • Scattare una foto della schiena se pensate che si sia verificata una reazione tardiva.
  • Continuare a prendere antistaminici se necessario (a meno che non venga chiesto di non farlo).
  • Contattare la clinica se vi sentite preoccupati.

Chiama per maggiori informazioni 0283595639 

Quali effetti collaterali possono verificarsi?

Gli effetti collaterali sono rari, ma includono:

  • Reazione persistente. Alcune reazioni positive al test possono persistere per alcune settimane prima di svanire.
  • Riacutizzazione dell’eczema. Un patch test positivo può essere accompagnato da una riacutizzazione temporanea dell’eczema esistente o precedente.
  • Cambiamento del pigmento. Si può osservare un aumento o una diminuzione del pigmento (colore della pelle) nel punto in cui si trovavano i cerotti, che può durare per diversi mesi.
  • Cicatrici. Molto rare (1 su 10.000).
  • Allergia. Molto raro, potreste diventare allergici a una delle sostanze applicate durante il patch test. Se ciò accade, vi verrà consigliato come evitare la sostanza.

Memorizzazione dei risultati del patch test

Il dermatologo compilerà un modulo di registrazione al secondo e terzo appuntamento (di solito letture di 48 e 96 ore). Il risultato per ogni sito di test viene registrato. Il sistema di classificazione che viene utilizzato è il seguente:

  • Negativo (-)
  • Reazione irritante (IR)
  • Equivoco / incerto (+/-)
  • Debole positivo (+)
  • Forte positivo (++)
  • Reazione estrema (+++)

I risultati dei patch test sono spesso registrati in un database di computer e confrontati con i risultati dei patch test a livello nazionale per migliorare i test in tutto il paese. I risultati resi anonimi possono essere utilizzati per studi e condivisi con altri centri medici.

Conclusioni

Se non riuscite a venire a capo della vostra allergia da contatto, il servizio Patch test Milano di Visite Private, è la soluzione giusta per scoprirlo. Volete avere una risposta immediata, senza attendere i tempi del sistema sanitario? Il portale Visite Private si mette a disposizione per fornirvi una visita specialistica a partire da 100€.

Chiamate oggi stesso lo 0283595639 e prenotate subito la vostra visita!

Seguici su Facebook