Cardiologo Milano

Problemi di cuore? Pressione sanguinea alta? A chi ci rivolgiamo in questi casi? La scelta ricade sul professionista del cuore che in questo caso è il cardiologo Milano.

Hai riscontrato negli ultimi giorni un innalzamento della pressione sanguinea? Hai problemi con il colesterolo? A chi ci andiamo a rivolgere in questi casi? La risposta te la forniamo in questo articolo dove ti facciamo conoscere la professione del cardiologo Milano e ti aiutiamo a capire come scegliere il giusto professionista che fa al caso tuo.

Quando si tratta di cuore non c’è mai da scherzarci, gli input che possono indicare che ci sono problemi in questa zona sono davvero differenti ed imparare a riconoscerli sarebbe un bene per tutti. Nel momento in cui ci troviamo ad imbatterci in una pressione sanguinea più alta del solito dobbiamo subito correre ai ripari e rivolgerci ad un professionista.

La pressione sanguinea alta è sicuramente un campanello dall’allarme come il colesterolo alto entrambi ci informano che qualcosa all’interno del nostro sistema cardiovascolare non sta andando quindi prima di ritrovarci a combattere problematiche più gravi come un infarto o problemi di mal funzionamento del cuore è bene cominciare a prendersi cura del nostro corpo.

La prima cosa che dobbiamo fare è sicuramente cambiare l’alimentazione, eliminare tutti i cibi nocivi e prediligere i cibi sani questo aiuta sicuramente a migliorare lo stato del nostro sangue. Un altro aiuto è bere almeno due litri di acqua al giorno che aiutano il corpo ad eliminare le tossine. Però tutte queste non sono soluzioni ad una problematica medica anzi sono semplici abitudini sane che migliorano il nostro organismo.

Davanti a tutte le problematiche legate al nostro sistema cardiovascolare dobbiamo necessariamente rivolgerci ad un cardiologo.

 

Il cardiologo è il medico professionista che si occupa di studiare, curare e analizzare l’apparato cardiovascolare dei suoi pazienti. Quando parliamo di apparato cardiovascolare intendiamo cuore, vasi sanguinei e quindi sangue.

La cardiologia è talmente tanto amplia che si è sentita la necessità di dividere in più rami la professione del cardiologo. E troviamo perciò:

  • Cardiologo pediatrico, si occupa dei bambini e di tutte le patologie collegate al loro sistema cardiovascolare.
  • Cardiologo per adulti si occupa di analizzare il paziente e fornire terapie che servono a curare o prevenire eventuali patologie cardiovascolari.
  • Cardiologo interventista si occupa del ramo chirurgico e quindi si occupa di tutti gli interventi che possono essere svolti al sistema cardiovascolare come ad esempio l’angioplastica.

In base ovviamente alle nostre esigenze andremo a richiedere l’aiuto del medico. Tra le problematiche più comuni che ci portano da un cardiologo Milano riscontriamo:

  • Pressione alta
  • Colesterolo alto
  • Infarto
  • Scompenso cardiaco
  • Angina pectoris ossia scarsa afflusso di sangue
  • Coronapatie
  • Anomalie congenite al cuore
  • Aterosclerosi
  • Ictus
  • Ischemia
  • E molte altre patologie.

Il cuore e i vasi sanguini sono una parte vitale del nostro organismo senza di esse il nostro corpo non avrebbe vita. Purtroppo però a causa di diverse problematiche ereditarie, malattie congenite, cattive abitudini possiamo imbatterci in tante e differenti patologie dalle quali dobbiamo salvaguardarci nel migliore dei modi.

La soluzione sarebbe prevenire ma in molti casi i pazienti si rivolgono al cardiologo quando ormai il problema è già evidente.


Come si svolge la visita cardiologica?

La prima visita cardiologica che svolgiamo è puramente informativa. In quello che possiamo definire colloquio conoscitivo il professionista si appresta a conoscere il nostro stato di salute e le nostre abitudini. È importante essere assolutamente sinceri con questo medico dal momento che dalla sua anamnesi ne deriva il nostro percorso medico. All’interno di questo colloquio il professionista reperirà le seguenti informazioni:

  • Sintomi e motivi che hanno portato a richiedere la visita specialistica dal medico internista.
  • Presa informazioni sullo stato di salute generico del paziente come ad esempio la presenza di eventuali patologie, analisi svolte, malattie dei parenti (molto spesso le malattie sono ereditarie o comunque si presentano in pazienti che hanno parenti che già hanno avuto una determinata patologia).
  • Informazioni generiche sull’alimentazione e sulle abitudini del paziente. In particolare su attività fisica svolta o non, fumo e sigarette, alcool ossia bevande alcolizzate assunte
  • Informazioni su eventuali medicinali assunti se il paziente presenta già una malattia di carattere cronico ad esempio oppure se sta curando già un’altra patologia.
  • Si provvederà poi alla misurazione della pressione sanguinea ed infine con la prescrizione dei vari esami da svolgere

Se siamo fortunati il professionista medico dispone già di tutta l’attrezzatura necessaria per svolgere ad esempio l’elettrocardiogramma una delle analisi più comunemente richieste. In alternativa dovremmo farla a parte. Un altro esame molto spesso richiesto sono le analisi del sangue e delle urine per controllare lo stato di salute generico del paziente ed in particolare il colesterolo.

Conclusa la prima visita il cardiologo ci darà indicazioni riguardo il nostro stato di salute e deciderà se è il caso di eseguire degli esami oppure no. Qualora fosse necessario eseguire degli esami più specifici vorrà dire che dovremo eseguire una seconda visita cardiologica all’interno della quale verranno letti i responsi delle analisi e stabilità la procedura o la terapia da attuare per riportare il benessere all’interno del nostro organismo.

Come si diventa cardiologo Milano e quali competenze deve avere un buon medico

Per diventare un professionista in cardiologia c’è da seguire un particolare e molto lungo percorso di studi. In primis va conseguita una laurea in medicina. Dopo la laurea verrà eseguito un tirocinio della durata di tre mesi che viene svolto in genere presso policlinici universitari, aziende ospedaliere, asl e via discorrendo.

Seguito l’intero tirocinio che è una vera e propria prova da sostenere per diventare un medico si passa poi all’esame di stato con l’abilitazione all’esercizio professionale, l’esame deve essere passato per poter essere riconosciti come medici cardiologici. Una volta superato l’esame ci si può iscrivere all’albo dei medici e solo allora prendere la specializzazione in cardiologia.

Il medico cardiologo perciò ha a disposizione un’infinità di conoscenze che si affinano durante tutto il suo percorso di studi e pratico. Le conoscenze di un buon medico vanno perciò dalla base generale fino all’essere poi specializzato nel suo campo che in questo caso è cardiologia.

Dove rivolgerci per trovare un ottimo cardiologo Milano

Il nostro consiglio è quello di rivolgervi ad una struttura privata per eseguire la vostra visita specialistica.

Questo perché il professionista che stiamo cercando cura sicuramente delle problematiche molto particolari e non possiamo perciò aspettare mesi per avere un appuntamento, cosa che capita quando ci rivolgiamo alle strutture pubbliche.

Molto spesso nelle strutture pubbliche si creano anche liste di attesa infinite e quando parliamo del nostro cuore il problema va risolto immediatamente.  

Prenota una visita privata


oppure