Dermatologo per nei Milano

Viso sudato
Iperidrosi viso Milano
Luglio 2020
Dermatologo cosa fa
Dermatologia Milano
Ottobre 2020
Dermatologo per nei

Dove trovo il servizio dermatologo per nei Milano? I nei fanno parte del corredo genetico della nostra pelle ma a volte possono essere causa di disagi molto importanti. Un dermatologo li conosce e soprattutto sa riconoscere quelli che potrebbero essere rischiosi per la salute del paziente. Come trovo un dermatologo in città? A questo ci pensa il portale Visite Private, che vi presenterà i migliori a Milano!

Dermatologo per nei Milano, un servizio del portale Visite Private!

Il portale Visite Private nasce dall’esigenza della clientela di avere una risposta immediata alle esigenze sanitarie che possono occorrere durante la vita. In Italia le strutture pubbliche sono al pari delle strutture private, tuttavia a volte le attese per una visita possono essere decisamente interminabili. Quando il fattore “attesa” diventa incompatibile con le patologie in corso, la necessità di fare una visita con una certa urgenza, diventa prioritaria. In questo contesto la nostra struttura risponde prontamente alle esigenze dei pazienti, fornendo loro una serie di professionisti qualificati per svolgere visite specialistiche, esami e tutto quello che si rende necessario per affrontare la patologia. In questo articolo parleremo di nei.

Dermatologi e nei!

I nei o nevi in termini medici, come dicevamo fanno parte della pelle. Spesso appaiono come piccole macchie marrone scuro e sono causate da gruppi di cellule pigmentate. Compaiono generalmente durante l’infanzia e l’adolescenza. La maggior parte dei nei sono presenti sul corpo delle persone tra le 10 e le 40 unità, alcuni di essi, possono cambiare aspetto o sbiadire nel tempo. La maggior parte dei nei sono innocue e raramente, diventano cancerosi. Il monitoraggio dei nei e di altri cerotti pigmentati è un passo importante nella rilevazione del cancro della pelle, in particolare del melanoma maligno.

Dove e come si sviluppano?

I nevi possono svilupparsi in qualsiasi parte del corpo, inclusi cuoio capelluto, ascelle, sotto le unghie e tra le dita e le dita dei piedi. Molti di questi si sviluppano all’età di 50 anni. I nei possono cambiare aspetto o svanire nel tempo. I cambiamenti ormonali dell’adolescenza e della gravidanza possono rendere i nevi più scure e più grandi.

Caratteristiche:

  • Colore e consistenza. I nei possono essere marroni, marrone chiaro, nero, rosso, blu o rosa. Possono essere lisce, rugose, piatte o sollevate. All’interno vi possono crescere dei capelli.
  • Forma. La maggior parte dei nei sono ovali o rotonde.
  • Taglia. I nei hanno solitamente un diametro inferiore a 6 millimetri, le dimensioni di una gomma per matita. Raramente, i nevi presenti alla nascita (congeniti) possono essere molto più grandi, andando a coprire ampie aree del viso, del busto o di un arto.

Per una prima visita chiama lo 0283595639 

Nevi insoliti che possono indicare melanoma

Nevi insoliti che possono indicare melanoma

Esiste una guida chiamata ABCDE che può aiutare a determinare se una neo o un punto possono indicare melanoma o altri tumori della pelle:

  • A è per forma asimmetrica. Una metà è diversa dall’altra metà.
  • B è per il confine. Cerca nevi con bordi irregolari, dentellati o smerlati.
  • C è per il colore. Cerca escrescenze che hanno cambiato colore, hanno molti colori o hanno un colore non uniforme.
  • D è per diametro. Cerca una nuova crescita in un nevo più grande di 1/4 di pollice (circa 6 millimetri).
  • E sta evolvendo. Fai attenzione ai nei che cambiano in dimensioni, forma, colore o altezza, specialmente se una parte o tutta un nevo diventa nero. In certi casi i nei possono anche evolversi per sviluppare nuovi segni e sintomi, come prurito o sanguinamento.

I nevi cancerosi (maligni) variano notevolmente nell’aspetto. Alcuni potrebbero mostrare tutte le funzionalità sopra elencate. Altri possono averne solo uno o due.

Quando richiedere il servizio dermatologo per nei Milano?

Se vi siete accorti di un neo per il quale è cambiato o il colore o la forma, una visita dallo specialista è di assoluta primaria importanza. Questo perché la prevenzione in questi casi è fondamentale per prevenire patologie ben più sconvenienti.  Il dermatologo è allenato ed esperto a riconoscere nevi che possono essere segnali più o meno evidenti dell’inizio di un melanoma, il tumore della pelle. Oltre all’aspetto che viene valutato con la guida ABCDE, il dermatologo si basa su fatti riscontrabili scientificamente, ovvero una biopsia.

Biopsia ai nei

La biopsia consiste nel rimuovere una porzione del neo, per ottenere un campione di tessuto per il test. Il campione viene inviato a un laboratorio per l’esame. Una tecnica comune, la biopsia del punzone, viene eseguita con una lama circolare che viene premuta nella pelle attorno al neo sospetto. Un’altra tecnica, chiamata biopsia escissionale, usa un bisturi per tagliare l’intero neo e un piccolo margine di tessuto sano intorno ad esso.

Per maggiori informazioni chiama lo 0283595639 

Trattamenti disponibili in caso di melanoma

Trattamenti disponibili in caso di melanoma

Il miglior trattamento per il melanoma dipende dalle dimensioni e dallo stadio del cancro e dalla salute generale del paziente.

Trattamento per piccoli melanomi

Il trattamento per i melanomi in fase iniziale di solito include un intervento chirurgico per rimuovere il melanoma. Un melanoma molto sottile può essere rimosso completamente durante la biopsia e non richiede ulteriori trattamenti. Altrimenti, il chirurgo rimuoverà il cancro, nonché un bordo di pelle normale e uno strato di tessuto sotto la pelle. Per le persone con melanomi in fase iniziale, questo potrebbe essere l’unico trattamento necessario.

Trattare melanomi che si sono diffusi oltre la pelle

Se il melanoma si è diffuso oltre la pelle, le opzioni di trattamento possono includere:

  • Chirurgia per rimuovere i linfonodi interessati. Se il melanoma si è diffuso ai linfonodi vicini, il chirurgo potrebbe rimuovere i nodi interessati. Possono essere raccomandati anche trattamenti aggiuntivi prima o dopo l’intervento chirurgico.
  • Immunoterapia. L’immunoterapia è un trattamento farmacologico che aiuta il sistema immunitario a combattere il cancro. Il sistema immunitario che combatte le malattie del tuo corpo potrebbe non attaccare il cancro perché le cellule tumorali producono proteine ​​che le aiutano a nascondersi dalle cellule del sistema immunitario. L’immunoterapia funziona interferendo con quel processo.
  • Terapia mirata. I trattamenti farmacologici mirati si concentrano su specifici punti deboli presenti nelle cellule tumorali. Mirando a queste debolezze, trattamenti farmacologici mirati possono causare la morte delle cellule tumorali. Le cellule del tuo melanoma possono essere testate per vedere se è probabile che una terapia mirata sia efficace contro il cancro.

Per il melanoma, potrebbe essere raccomandata una terapia mirata se il tumore si è diffuso ai linfonodi o ad altre aree del corpo.

  • Radioterapia. Questo trattamento utilizza fasci di energia ad alta potenza, come raggi X e protoni, per uccidere le cellule tumorali. La radioterapia può essere diretta ai linfonodi se il melanoma si è diffuso lì. La radioterapia può anche essere usata per trattare melanomi che non possono essere rimossi completamente con la chirurgia.

Per il melanoma che si diffonde in altre aree del corpo, la radioterapia può aiutare ad alleviare i sintomi.

  • Chemioterapia. La chemioterapia utilizza farmaci per uccidere le cellule tumorali. La chemioterapia può essere somministrata per via endovenosa, in forma di pillola o entrambe, in modo che viaggi attraverso il corpo.

Conclusioni

Individuare il servizio dermatologo per nei Milano è importante e come abbiamo visto è meglio farlo rapidamente. Per questo se volete avere una risposta immediata, senza attendere i tempi del sistema sanitario per incontrare un dermatologo, il portale Visite private si mette a disposizione per fornirvi una visita specialistica a partire da 100€.

Chiama oggi stesso lo 0283595639 e prenota la tua visita!

Seguici su Facebook