Melanoma

Dermatologo caduta capelli
Dermatologo caduta capelli Milano
Luglio 2020
Piedi sudati
Iperidrosi piedi Milano
Luglio 2020
Melanoma

Oggi ci occuperemo del tumore della pelle più aggressivo e pericoloso in cui ci si può imbattere e per il quale il tasso in percentuale si sta’ alzando rapidamente, specialmente nei giovani. In effetti, i casi di tumore da melanoma, sono triplicati negli ultimi 30 anni.

Melanoma, un nemico da sconfiggere!

Il portale Visite Private nasce dall’esigenza della clientela di avere una risposta immediata alle esigenze sanitarie che possono occorrere durante la vita. In Italia le strutture pubbliche sono al pari delle strutture private, tuttavia a volte le attese per una visita possono essere decisamente interminabili. Quando il fattore “attesa” diventa incompatibile con le patologie in corso, la necessità di fare una visita con una certa urgenza, diventa prioritaria.

In questo contesto la nostra struttura risponde prontamente alle esigenze dei pazienti, fornendo loro una serie di professionisti qualificati per svolgere visite specialistiche, esami e tutto quello che si rende necessario per affrontare la patologia specifica. In questo articolo parleremo di come si affronta un tumore della pelle.

Chiama ora per maggiori informazioni 0283595639

Che cosa è?

Melanoma

Questo è un tumore delle cellule produttrici di pigmenti chiamate melanociti. Queste cellule sono caratteristiche e uniche perché danno a ciascuno di noi, la colorazione della pelle. La maggior parte dei melanomi ha origine sulla pelle esposta al sole, sebbene possano svilupparsi anche in altre parti del corpo contenenti melanociti, compresi gli occhi e le posizioni protette dal sole come le mucose o i palmi delle mani, le suole o sotto le unghie.

La capacità di diffondersi ampiamente in altre parti del corpo è una caratteristica unica rispetto ai più comuni tumori della pelle, carcinoma a cellule basali e carcinoma a cellule squamose che solo raramente lo fanno. Questa caratteristica lo rende il tumore della pelle più mortale, rispetto ad altri tumori della pelle.

Quanto è comune?

In Italia risulta molto raro prima della pubertà, colpisce in gran parte la fascia compresa tra i 30 ed i 60 anni. Fino a pochi anni fa era considerata una patologia rara ma negli ultimi 10 anni è una patologia in costante crescita, specie nei soggetti di ceppo europeo (caucasici). L’incidenza maggiore si riscontra nelle aree molto soleggiate e abitate da popolazioni di ceppo nordeuropeo, con la pelle particolarmente chiara. In Italia

Quali sono le cause che sviluppano il tumore alla pelle?

Il tumore si forma quando qualcosa va storto nelle cellule produttrici di pigmenti chiamate melanociti che danno colore alla pelle. Quando il DNA in queste cellule viene danneggiato, possono iniziare a crescere senza controllo. Gli esperti ritengono che il 90% di tutti i melanomi sia causato dalle radiazioni ultraviolette del sole o dai dispositivi di abbronzatura indoor. Possono dirlo misurando il tipo e la quantità di danno al DNA in molti campioni di tumore alla pelle. Alcuni melanomi si formano in luoghi che non sono esposti alla luce solare, indicando che altri fattori possono contribuire al suo sviluppo, in alcuni casi.

Telefonaci! 0283595639

Che aspetto ha il melanoma?

Che aspetto ha il melanoma?

I melanomi possono variare notevolmente nel loro aspetto. Molti mostrano tutte le funzionalità ABCDE (sistema di codifica per individuare i tumori), corrisponde a: Asimmetria, Bordi, Colore, Dimensione, Evoluzione. Tuttavia, alcuni sottotipi possono avere solo una o due delle caratteristiche ABCDE o addirittura nessuna. Nel tumore più avanzato, la trama del punto può cambiare. La superficie della pelle può rompersi, essere pruriginosa, tenera, dolorosa o graffiata. Spesso il primo segno è un cambiamento nella forma, nel colore, nelle dimensioni o nella sensazione di un neo esistente. Tuttavia può anche apparire come un nuovo neo o una protuberanza in rapida espansione.  

Se noti un cambiamento sulla pelle, consulta il medico. Non aspettare.

A chi rivolgersi!

Un dermatologo è lo specialista giusto per questo tipo di tumore. Questo perché è lo specialista di tutto ciò che a che fare con la sua principale causa di esistenza: la pelle. La Dermatologia è la specialità medica focalizzata sulle malattie e le funzioni della pelle (il più grande organo del corpo umano). Lo specialista in dermatologia è appunto noto come dermatologo. Un esperto di dermatologia è in grado di studiare la struttura della pelle, analizzare il funzionamento e prevenire, diagnosticare e trattare i disturbi che possono verificarsi in questo importante ed esteso organo.

Chiama ora per una visita 0283595639

Che sintomi ci sono in presenza del tumore della pelle

Il cancro della pelle si sviluppa principalmente nelle aree della pelle esposta al sole, inclusi cuoio capelluto, viso, labbra, orecchie, collo, torace, braccia e mani e sulle gambe delle donne. Ma può anche formarsi in aree che raramente vedono la luce del giorno: i palmi delle mani, sotto le unghie o le unghie dei piedi e la zona genitale.

I segni di melanoma includono:

  • Una grande macchia brunastra con macchioline più scure.
  • Una talpa che cambia di colore, dimensione o sensazione o sanguina.
  • Una piccola lesione con un bordo irregolare e porzioni che appaiono rosse, rosa, bianche, blu o blu-nere.
  • Una lesione dolorosa che prude o brucia.
  • Lesioni scure su palmi, suole, punte delle dita o delle dita dei piedi o sulle mucose che rivestono bocca, naso, vagina o ano.

Segni e sintomi di tumori della pelle meno comuni

Altri tipi meno comuni di tumori della pelle includono:

  • Sarcoma di Kaposi. Questa rara forma di cancro della pelle si sviluppa nei vasi sanguigni della pelle e provoca chiazze rosse o viola sulla pelle o sulle mucose. Il sarcoma di Kaposi si verifica principalmente nelle persone con sistema immunitario indebolito, come le persone con AIDS, e nelle persone che assumono farmaci che sopprimono la loro immunità naturale, come le persone che hanno subito trapianti di organi.

Altre persone con un aumentato rischio di sarcoma di Kaposi includono i giovani che vivono in Africa o gli uomini più anziani del patrimonio ebraico italiano o dell’Europa orientale.

  • Carcinoma a cellule di Merkel. Il carcinoma a cellule di Merkel provoca noduli solidi e lucenti che si verificano sulla pelle o appena sotto la pelle e nei follicoli piliferi. Il carcinoma a cellule di Merkel si trova più spesso sulla testa, sul collo e sul tronco.
  • Carcinoma della ghiandola sebacea. Questo tumore non comune e aggressivo ha origine nelle ghiandole sebacee della pelle. I carcinomi della ghiandola sebacea che di solito appaiono come noduli indolori e indolori, possono svilupparsi ovunque, ma la maggior parte si verificano sulla palpebra, dove vengono spesso scambiati per altri problemi delle palpebre.

Il cancro della pelle colpisce persone di tutte le tonalità della pelle, comprese quelle con carnagioni più scure. Quando il melanoma si verifica nelle persone con tonalità della pelle scure, è più probabile che si verifichi in aree non normalmente esposte al sole, come i palmi delle mani e la pianta dei piedi.

Chiama ora per una visita 0283595639

Tipologie di tumori alla pelle

Tipologie di tumori alla pelle

  1. Il M. a diffusione superficiale è il tipo più comune di tumore alla pelle. Inizia crescendo lungo lo strato superiore della pelle. Alla fine, può penetrare più a fondo nella pelle. 
  2. Il M. nodulare è il secondo tipo più comune di tumore alla pelle. Può essere aggressivo perché di solito cresce rapidamente. La sua caratteristica più comune è un dosso o nodo che sale sopra la superficie della pelle e che è solido al tatto.
  3. Il M. di Lentigo maligna tende a svilupparsi sul viso, sul cuoio capelluto o sul collo. Di solito colpisce le persone anziane con pelle molto danneggiata dal sole.
  4. Il M. lenticolare acrale è una condizione rara che colpisce persone di ogni razza e provenienza. È la forma più comune di tumore alla pelle nelle persone di origine africana e asiatica. Può svilupparsi sul palmo delle mani e della pianta dei piedi, nonché sotto le unghie dei piedi e le unghie.

Come curarlo e cosa fare

Il miglior trattamento per il cancro alla pelle è la prevenzione! Ma, una volta accertata la presenza di tumori della pelle ci sono alcuni trattamenti da intraprendere che devono tenere conto delle dimensioni, dello stadio del cancro, della salute generale e dalle preferenze personali.

Trattamento per piccoli melanomi

Il trattamento per i melanomi in fase iniziale di solito include un intervento chirurgico per rimuovere il tumore. Un tumore molto sottile può essere rimosso completamente durante la biopsia e non richiede ulteriori trattamenti. Altrimenti, il chirurgo rimuoverà il cancro, nonché un bordo di pelle normale e uno strato di tessuto sotto la pelle. Per le persone con melanomi in fase iniziale, questo potrebbe essere l’unico trattamento necessario. In molti casi questo procedimento rimuove interamente le cellule cancerose e una successiva biopsia, ne certifica il risultato.

Trattare melanomi che si sono diffusi oltre la pelle

Se il tumore si è diffuso oltre la pelle, le opzioni di trattamento possono includere:

  • Chirurgia per rimuovere i linfonodi interessati. Se il tumore si è diffuso ai linfonodi vicini, il chirurgo potrebbe rimuovere i nodi interessati. Possono essere raccomandati anche trattamenti aggiuntivi prima o dopo l’intervento chirurgico.
  • Immunoterapia. L’immunoterapia è un trattamento farmacologico che aiuta il sistema immunitario a combattere il cancro. Il sistema immunitario che combatte le malattie del tuo corpo potrebbe non attaccare il cancro perché le cellule tumorali producono proteine ​​che le aiutano a nascondersi dalle cellule del sistema immunitario. L’immunoterapia funziona interferendo con quel processo.

L’immunoterapia è spesso raccomandata dopo l’intervento chirurgico per il tumore alla pelle che si è diffuso ai linfonodi o ad altre aree del corpo. Quando il tumore non può essere rimosso completamente con un intervento chirurgico, i trattamenti di immunoterapia potrebbero essere iniettati direttamente nel tumore.

  • Terapia mirata. I trattamenti farmacologici mirati si concentrano su specifici punti deboli presenti nelle cellule tumorali. Mirando a queste debolezze, trattamenti farmacologici mirati possono causare la morte delle cellule tumorali. Le cellule del tumore possono essere testate per vedere se è probabile che una terapia mirata sia efficace contro il cancro.

Per il M., potrebbe essere raccomandata una terapia mirata se il tumore si è diffuso ai linfonodi o ad altre aree del corpo.

  • Radioterapia. Questo trattamento utilizza fasci di energia ad alta potenza, come raggi X e protoni, per uccidere le cellule tumorali. La radioterapia può essere diretta ai linfonodi se il tumore si è diffuso lì. La radioterapia può anche essere usata per trattare melanomi che non possono essere rimossi completamente con la chirurgia.

Per il tumore che si diffonde in altre aree del corpo, la radioterapia può aiutare ad alleviare i sintomi.

  • Chemioterapia. La chemioterapia utilizza farmaci per uccidere le cellule tumorali. Può essere somministrata per via endovenosa, in forma di pillola o entrambe, in modo che viaggi attraverso il corpo.

La chemioterapia può anche essere somministrata in una vena del braccio o della gamba in una procedura chiamata perfusione isolata dell’arto. Durante questa procedura, il sangue nel braccio o nella gamba non può viaggiare per altre aree del corpo per un breve periodo, in modo che i farmaci chemioterapici viaggino direttamente nell’area intorno al tumore e non influenzino altre parti del corpo.

Per maggiori informazioni chiama lo 0283595639

La prevenzione, la vera arma contro i tumori alla pelle!

La prevenzione, la vera arma contro i tumori alla pelle!

Non esiste un modo sicuro per prevenire il cancro alla pelle ma ci sono alcuni accorgimenti che possono essere usati per ridurre l’incidenza.

  • Evitare di esporre la pelle al sole. Non esiste un’abbronzatura “sana”.
  • Indossa la protezione solare.  Rendi la protezione solare un’abitudine quotidiana. Le radiazioni UV possono comunque danneggiare la pelle anche in inverno e nei giorni nuvolosi. Utilizzare la protezione solare ad ampio spettro (protegge dai raggi UVA e UVB) con SPF di almeno 30. 
  • Indossare indumenti protettivi.  Proteggi il tuo corpo con indumenti protettivi, cappello e occhiali da sole.
  • Evita i raggi negli orari più rischiosi.  Cerca l’ombra durante il sole di mezzogiorno, quando i raggi del sole sono più intensi. Preferire la mattina presto o il tardo pomeriggio per le attività con esposizione al sole.
  • Non usare lettini abbronzanti.  L’abbronzatura indoor ha dimostrato di aumentare il rischio di M. fino al 75%. Il M. è uno dei primi tre tumori diagnosticati nei giovani adulti (25-29 anni) e gli scienziati attribuiscono questa tendenza all’uso dei lettini abbronzanti in questa fascia di età, in particolare le giovani donne.
  • Proteggi i bambini.  I bambini sono particolarmente vulnerabili ai danni causati dai raggi UV. Solo una brutta scottatura solare durante l’infanzia o l’adolescenza raddoppia le possibilità del bambino di sviluppare un tumore della pelle più avanti nella vita.

Oltre a praticare queste abitudini sicure al sole, impara a rilevare il tumore della pelle nelle sue prime fasi, quando è più curabile.

Dermatoscopia melanoma

La rilevazione precoce è l’arma vincente per limitare i danni dei tumori alla pelle. Il Dermatoscopio è lo stetoscopio del dermatologo. Un dermatoscopio è uno strumento che facilita la valutazione della pelle. Sostanzialmente è composto da una lente di ingrandimento ad alta risoluzione associata ad una luce. La differenza tra una lente d’ingrandimento con una luce e un dermatoscopio è che un dermatoscopio rivela i dettagli del sottosuolo, mentre l’esame ad occhio nudo o una lente d’ingrandimento mostrano solo ciò che si trova sulla superficie della pelle, attraverso la luce riflessa.

Prevenzione

Oggi più che mai la prevenzione assume un ruolo fondamentale per individuare precocemente e trattare, il melanoma ma anche il carcinoma a cellule basali (BCC) e il carcinoma a cellule squamose (SCC). Con un ingrandimento fino a 10-20x, il dermatoscopio consente di vedere sia le strutture superficiali che sotterranee delle lesioni. Il dermatoscopio inoltre offre un’immagine immediata che fornisce molte più informazioni di quelle che si possono ottenere con un esame fisico normale, consentendo ai medici di aumentare notevolmente sia la loro sensibilità che la loro specificità nel valutare lesioni sospette pigmentate.

Conclusioni

Se avete un problema con qualche neo che vi preoccupa e volete essere sicuri che non si tratti di un melanoma, richiedere il consulto a un dermatologo è la cosa migliore da intraprendere. Il portale Visite private si mette a disposizione con questo scopo! Possiamo prenotarvi una visita specialistica a partire da 100€, senza le lunghe attese del servizio nazionale.

Chiama oggi stesso lo 0283595639 e prenota la tua visita!

Seguici su Facebook